Pagine

domenica 26 agosto 2012

Rigatoni!


Federico Fellini ha combattuto tre grandi battaglie nella parte finale della sua vita. E le ha perse  tutte e tre. 
Quella contro i produttori e in generale contro  il suo mondo del cinema, che lo ha aveva  paralizzato, ne aveva immobilizzato il genio. 
Quella contro la malattia, che lo ha poi ucciso. 
Ed in mezzo, quella, appassionata e sacrosanta, contro la persecuzione pubblicitaria: intervenne in prima persona contro le interruzioni pubblicitarie dei films in tv e girò Ginger e Fred, che è anche  un grandioso manifesto poetico contro il degrado televisivo in generale e conto il suo inquinamento pubblicitario.
Eppure, Fellini girò anche due serie di spot: una per una banca ed una per un'industria della pasta (e non solo).  Sono rimasti nell'immaginario collettivo (almeno del nostro) e sono ancora un esempio di come anche la forma televisiva più esecrata, negletta e mal usata possa diventare purissima arte e vera bellezza.