venerdì 30 luglio 2010

Er Mutanda e.....

Se si vuole stare nel Villaggio globale, interconnesso e  bearsi di contatti multipli e sincroni, in rete,  si impone l'uso di tecnologie e di supporti vari e avanzati.
Messenger, ad esempio.
Programmino per chattare, semplicissimo da usare. Praticamente come l‘ abbecedario, per branchi di fauna ancora appollaiata sui banchi elementari. Comunque, l'ideale anche per chi, anta e passa, voglia sperimentare la chattata ad interlocutori multipli.
Una necessità, praticamente, dettata da sopraggiunte, impellenti, irrinuciabili esigenze di comunicazioni, che adesso vogliamo triadiche, trasnazionali, colte e anche di natura ludico-emozionale.
Su feisbuc pare che non si possa (o si può?) E allora andiamo allo scaricaggio del programma.

Prima di cominciare, ci sorbiamo una buona dose di pubblicità. Normale. Prevalgono le pubblicità dei siti deputati a favorire "incontri". Incontri che non servono ai nostri scopi, meglio precisare ( e forse neanche agli scopi di chi li usa). E anche questo, normale.
Senonchè, a distanza, con la nostra amica (lei in Belgio e noi in Italia) scopriamo che "paese che vai, testimonial che trovi".
In Italia, oltre ai messaggi promozionali che occhieggiano favolose vincite in caso si risponda esattamente a domande di cultura vasta e varia, le pubblicità dei siti per single offrono un vasto campionario soprattutto femminile (rossa , bruna o bionda - età tra i 18 e oltre i 35).
E' il corpo femminile il veicolo prediletto da qualsivoglia messaggio.
E invece in Belgio, i messaggi promozionali dei siti per incontri sono dominati alla grande da figure maschili.
Sarà per la natura algida delle abitanti?
Sarà forse per una più matura coscienza della parità uomo/donna?
Sarà che gli studi di mercato del settore questo consigliano?
(discorso interessante da approfondire, questo, eh? E invece non lo approfondiamo!)
E così la home page della nostra amica (italiana) è prepotentemente invasa da omaccioni in semiadamitico costume ed invitanti pose, che le rivolgono in fiammingo intriganti inviti.
Uomini-oggetto: mutandati ed in vetrina, muscolosi ed aitanti, solo e rigorosamente giovani, senza pancette e senza calzini. Un piacere, insomma: per gli occhi e per la mente.Ahhh, i paesi nordici, che modelli di civiltà e di democrazia!! Finalmente! Era ora, caspita!
Unico possibile inconveniente (gestibile): essere sorpresi dal coniuge, dopo millanta anni di tranquilla vita coniugale, davanti ad uno schermo pieno di bicipiti e addomi scultorei e ad un paio di slip. Ma vuoi mettere l'ebbrezza di poter pronunciare la mitica, gloriosa, ingombrante frase : "non-è-come-pensi-tu"?
Per la verità, abbiamo dovuto però scoprire che di inconveniente, nel gioco invertito delle parti che si è innescato, mentre il nostro Messanger si deposita denso di promesse sotto il nostro tavolo, ce n'è anche un altro.
E cioè che si finisca per affezionarsi a (to)tal virile grazia.
E allora ci si diletta ad eleggere, tra le tante, l'icona maschile preferita.E si comincia a coccolarla con lo sguardo.E le si attribuisce un tenero vezzeggiativo. E ci si arrampica ad inventare scenari che spieghino quel che è già chiarissimo. E ci si preoccupa quando tra un passaggio e l'altro del download, inopinatamente, ritarda o proprio smette di apparire, lasciandoci con il nostro rimpianto.

Ne è testimone la nostra amica (una che ha un certo orgoglio eh!), dopo aver riavviato il pc!! E prima ancora di appagare le nostre curiosità colte e ludico-emozionali, così ci scrive.... 
  

(dalla vostra corrispondente a Bruxelles)   



Oggi alle 12,50 avendo aperto il computer e lo schermo della messaggeria (msn) la vostra corrispondente (d'ora in avanti v.c.) ha dovuto constatare la scomparsa del Mutanda.
Per dovere di cronaca e diritto di informazione la v.c. vi comunica
- che l'ultimo slip indossato dal Mutanda non era tigrato, come erroneamente definito in precedenza (ndr: c'era stato un preannuncio sì, ma è meglio sorvolare); un opportuno ingrandimento con lente +200 ha rivelato che era invece maculato a macchie nere su fondo giallo simulante pelle di leopardo.
- che le prime parole della scritta in fiammingo nel cartello sottostante sono state tradotte ,con l'aiuto del dizionario olandese-italiano "Dicios on line" con la domanda " Vi piace divertirvi?"
La v.c. ha correttamente presunto si riferissero alla passione per certi passatempi mentali ( Settimana Enigmistica, quiz logici..) cui ogni tanto indulge e che potessero esser seguite da un' eventuale richiesta di collaborazione
- che l'ultima riga del cartello forniva l'indirizzo di un sito   (vedi nota 1)
- che attualmente ( ore 13,10) un modesto lampeggiare della parte destra in alto dello schermo di msn fa sperare che la scomparsa possa NON essere definitiva.
A presto (vi terrò informati)
la v.c.

nota 1) l'indirizzo del sito vi verrà fornito solo previo invio modesto compenso da spedire alla v.c. via bonifico bancario

2 commenti:

  1. Noto con stupore che nessuno si è soffermato a sufficienza sul secondo accessorio del nostro caro amico 'er Mutanda': il colbaccone con orecchie di pelliccia (che tra l'altro il mio consorte, d'ora in poi la Spia, sfoggia nelle giornate invernali più rigide e, alla bisogna, anche in casa). Si apra il dibattito: trattasi di accessorio indossato al puro scopo di aumentare la sensualità dell'immagine o di artifizio erotico il cui uso al momento mi sfugge?

    RispondiElimina
  2. E' vero il colbaccone con orecchie di pelliccia suscita interessanti questioni : che sia legato ad una sensualità nordica più contorta e certo più freddolosa del più lineare ( e caldo ) erotismo mediterraneo?
    Chissà che l'indomita M.me Suzette non sia disposta a indagare - per puro spirito di ricerca- anche in questo periglioso settore?
    Vedremo....

    RispondiElimina

Grazie per l'attenzione