Pagine

venerdì 25 giugno 2010

"Nel mezzo del cammin di nostra vita..."

8 è il simbolo dell'infinito.
Quando si è nel mezzo del tempo, il nostro, che infinito non è,
scatta la sindrome dell'8 e 1/2.
Ricominciare? Troppo tardi.
Continuare come se niente fosse? Impossibile.
Il finale di Fellini dà una soluzione possibile: accettarsi ed accettare.
Per fare un nuovo girotondo. Con un sorriso.
Il miglior finale della storia del cinema, secondo noi.
E non solo di quello.